Imag0 Imag1 Imag2 Imag3 Imag4 Imag5

PDFStampaE-mail

Carico Immediato

 

Le prime tecniche di implantologia a carico immediato, concepite per una realizzazione immediata della protesi, trovarono le prime applicazioni già negli anni 50.

Tuttavia tali metodi presentavano un’alta percentuale di insuccessi, dovuti alla mancanza di un’adeguata tecnologia medica.

Durante gli anni 80 uno studioso svedese di nome Branemark studio con metodo scientifico il sistema implantare.

I suoi studi portarono ad un’importante scoperta: la guarigione della zona ossea intorno agli impianti grazie all’assenza di un carico masticatorio; questo metodo prevedeva che gli impianti rimanessero al disotto della gengiva per 3 o 6 mesi, in relazione alla densità di osso del paziente.

Grazie alla tecnologia attuale gli studiosi iniziarono a ripensare all’ implantologia a carico immediato cercando di ovviare ai problemi che causarono i vecchi metodi.

In seguito ad alcuni studi condotti sugli animali si scoprì che il carico degli impianti poteva addirittura migliorare la qualità dell’osso intorrno agli impianti; si iniziarono quindi i primi test sugli uomini che hanno fornito la certezza di successo di questo tipo di implantologia eseguita nella mandibola, specialmente nei pazienti totalmente privi di denti.

Il successo di questa implantologia è strettamente legato alla stabilità degli impianti al momento dell’intervento, quindi il procedere all’immediato carico degli impianti con una protesi è una valutazione assolutamente intra-operatoria, e che può essere rimandata in presenza di una stabilità non sufficiente degli impianti

Sebbene sia chiamato carico immediato, le protesi vengono fissate nella 24 o 48 ore successive all’intervento, per la sola necessità di preparare materialmente la protesi.

Recentemente è stato proposto il carico immediato anche a pazienti che necessitano di parecchie estrazioni, con risultati totalmente positivi, sia dal punto di vista funzionale sia da quello estetico.

joomla templates

Usiamo i cookies per migliorare l'esperienza su questo sito. Per maggiori informazioni, visita la pagina privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information